131. MANIFESTO PER LA RINASCITA DELLA FILOSOFIA

1. La filosofia è, di fatto, morta. Si è trasformata principalmente in storiografia, critica della scienze sperimentali e letteratura. 2. L’accademismo, nel senso più lato del termine, è il virus che l’ha uccisa. Esso consta, nel migliore dei casi, di una resa alla vita attuale e ordinaria, o addirittura della scelta di essa; di baronismo, “carriera”, conferenze e pubblicazioni, nel peggiore. … Continue reading

123.

Doppia frustrazione. – Non tolleriamo che chi riesca ad accedere alla nostra vulnerabilità, non abbia un sussulto. Inversamente, non restiamo turbati quando accedendo alla vulnerabilità altrui, non palpitiamo.      

119.

Dello spammismo. Vattimo e i suoi discepoli incarnano perfettamente la morte della filosofia e sono già oltre il "pensiero debole" di cui parlano. Possono, a buon diritto, considerarsi i fondatori della più massiccia corrente pseudofilosofica contemporanea: lo spammismo. In essi il pensiero è già morto e si è tramutato in marketing, lo spam in attività primaria: oltre la pochezza del … Continue reading

Rido

  Rido delle pose, delle drammatizzazioni, delle razionalizzazioni, delle palpitazioni ad arte. Rido di tutta la retorica dei sentimenti, di ogni scimmiottatura di Purezza e Perfezione che voglia coprire l’essere scimmia di parte dell’uomo. Rido delle difese inutili e degli attacchi patetici a difesa dei propri fantasmi. Rido della fantasia malata che è il pensiero e del pensiero malato che … Continue reading

41.

  Deve essere un’invenzione del diavolo la religione nel senso della maggior parte dei monoteisti. Come si può pretendere che si creda ad un dio che ci concede la grazia perché lo aduliamo? Che razza di mostro vile e vanaglorioso sarebbe un dio del genere?