131. MANIFESTO PER LA RINASCITA DELLA FILOSOFIA

1. La filosofia è, di fatto, morta. Si è trasformata principalmente in storiografia, critica della scienze sperimentali e letteratura. 2. L’accademismo, nel senso più lato del termine, è il virus che l’ha uccisa. Esso consta, nel migliore dei casi, di una resa alla vita attuale e ordinaria, o addirittura della scelta di essa; di baronismo, “carriera”, conferenze e pubblicazioni, nel peggiore. … Continue reading

121.

L'efficacia del modello comportamentista in psicoterapia non significa altro che la realizzazione del suo presupposto scientifico, e non certo qualche tipo di "guarigione": si deve puntare all'utilità. Non mi stupisce che esso sia "utile", rendendo l'uomo utile alla società, ma che tale visione sia fatta propria con entusiasmo persino dai filosofi! All'uomo di scienza posso concedere, come un errore quasi … Continue reading

119.

Dello spammismo. Vattimo e i suoi discepoli incarnano perfettamente la morte della filosofia e sono già oltre il "pensiero debole" di cui parlano. Possono, a buon diritto, considerarsi i fondatori della più massiccia corrente pseudofilosofica contemporanea: lo spammismo. In essi il pensiero è già morto e si è tramutato in marketing, lo spam in attività primaria: oltre la pochezza del … Continue reading

109.

Abbozzo di una teoria delle totalità 1. Dati immediati della conoscenza sono le rappresentazioni. Manifestazione linguistica delle rappresentazioni conoscitive sono le significazioni. 2. Nonostante la significazione possa essere un “fare” (in senso utilitaristico, dunque una tecnica) piuttosto che (o insieme a) un “riferimento a un ente”, ciò non può valere per la rappresentazione vera e propria, il mero considerarla un … Continue reading

106.

Se si riuscisse a dimostrare, attraverso un rigoroso procedimento logico-formale, che l’ignoranza umana riguardo i principi che regolano la realtà, è necessaria e non contingente, allora l’umanità avrebbe assolto il proprio compito e il principale problema filosofico sarebbe risolto.