Crea sito

Posts Tagged ‘autobiografia’

81.


Per un paradosso apparente uno dei motivi che spinge a qualcosa di arduo è in generale il timore di fallire. Un tentativo tanto onorevole, infatti, non renderà disonorevole un possibile fallimento.

     

77.

L’essere più infelice è quello che mente agli altri ma non a se stesso. Nel suo peccato è già la sua punizione.

    

   

76.

 

La nostra misera vita basta a giustificare l’esistenza dell’Altissimo. Sarebbe un peccato e uno spreco immenso, infatti, se un tale spettacolo infinitamente tragicomico restasse senza spettatori a goderselo.

    

75.

Per crudeli leggi naturali le donne, durante il corteggiamento, sono attratte da uomini simili a sgherri  e spronate da quelle a trasformarli in santi una volta che abbiano ceduto loro. Le stesse leggi beffarde agiscono negli uomini in senso opposto: essi corteggeranno più volentieri le donne sante ma, una volta conquistate, le vorranno puttane.

  
 

63.


L’intelligenza è la malattia di cui talvolta è la cura.

  

62.

La distanza è il più grande vantaggio nella conoscenza del mondo ma è condanna – e allo stesso tempo salvezza – nei rapporti umani.

 

56.


Il mio male di vivere, ma forse anche la mia liberazione, è la certezza ormai incrollabile dell’incertezza di tutte le cose…

 

 

 

38.

Nessuno sceglie chi non sceglie se stesso.

 

 

17.

 

“Cogliere” la vita presuppone il fatto di non viverla. Ma non vivere la vita vuol dire non coglierla.

 

 

15.


Confessione

Ho sempre pensato e vissuto la filosofia in modo idealizzato e sognante, ossia in maniera più artistica che scientifica. I concetti filosofici sono per me non tanto modelli per interpretare la struttura presunta della realtà anonima e muta, ma piuttosto pennellate che la ricoprono e la rendono “attraente”, nel bene e nel male.