9 thoughts on “90.

  1. E’ fonte di inutili complicazioni condiderare pensieri e cieche passioni come due cose diverse… come se davvero gli uni stessero nella zucca e le altre nella panza o nel cuore. Puta caso stia tutto nei gomiti…

    Filoloffa

  2. sì, condivido la tua opinione. In effetti passione e pensiero sono fusi e si sostengono a vicenda. Ho semplicemente “forzato” l’aforisma per renderlo più comprensibile al senso comune che vuole che il “pensiero” sia equilibrante rispetto alla “passione”. Dico insomma che il vero equilibrio si ottiene solo staccandosi persino dai pensieri (che a torto si presumono) “disinteressati”, cioè non facendo mai coincidere il proprio essere con essi.

  3. non semplice.

    Comunque, tornando a me…dicevi che mi hai risposto. Epperò, mica sai dov’è che dovrei cercarmi?

    Non mi trovo più!

    (e quindi non trovo neanche te…)

  4. @mobyfan: non facile in effetti. Io personalmente uso la tecnica descritta qui:

    http://www.gaiadisperazione.splinder.com/post/16203730/6.

    ma a questo ci sono arrivato dopo qualche anno di riflessioni e un lungo iter personale e “ascetico”. Insomma ognuno deve trovare la propria via per autodistanziarsi…

    (Uh, quanto mi sento guru new age! :))

  5. La droga è contemplata?

    No perchè i miei pensieri posso anche pensarli come oggetti, ma oggetti animati che ti rincorrono e ti stringono fino a strozzarti DDDD

    Non sei male come guru in effetti!

  6. per il guru: mi manca il physique du rôle (ho solo due occhi e l’arancione non mi dona!) e le donne mi piacciono ancora troppo! 🙂

    per i pensieri: è proprio così, sono animati e possono arrivare a strozzarti (o adularti), per questo bisogna distanziarsene. Buona corsa! ;P

Comments are closed.