9.

Riguardo all’omosessualità la posizione della chiesa è scorretta ma comprensibile. Se sotto ogni rispetto  l’omosessualità venisse parificata all’eterosessualità che bisogno ci sarebbe di farsi preti?        

8.

Ogni critica o confutazione delle filosofie altrui consiste sempre nel mostrarne l’inconsistenza o la mera convenzionalità dei presupposti. Ma la filosofia stessa poggia sul presupposto, ad un tempo convenzionale e inconsistente, che la realtà possa essere razionalmente compresa.          

6.

Il vero salto di qualità nella comprensione del mondo avviene solo quando si inizia a considerare i pensieri come cose, alla stregua cioè della penna con la quale sto scrivendo questa proposizione.       

5.

Filosofo è chi, non avendo reperito soddisfacenti “manuali per vivere”, se ne crea uno tutto per sé e, invece di saggiarne la bontà pratica, lo pubblica. Che siano gli altri a provarlo, non ci si può abbassare a vivere! – Forse ché il filosofo sa in cuor suo che non possono esistere manuali del genere?